La bozza di circolare relativa al periodo di formazione e di prova per i docenti neoassunti nell’anno scolastico 2019/20 è stata illustrata dai rappresentati del Miur alle organizzazioni sindacali nel corso dell’incontro che si è svolto lunedì 2 settembre.
Per la UIL Scuola hanno partecipato Noemi Ranieri, Pasquale Proietti e Mauro Panzieri.

Sostanzialmente, la circolare non presenta novità e segue le caratteristiche portanti del modello formativo adottato negli ultimi anni; la durata del percorso è fissata in 50 ore di formazione complessiva articolata in:

  • Laboratori formativi
  • Visite a scuole innovative
  • Attività sulla piattaforma indire
  • Assegnazione di un tutor

La UIL Scuola ha chiesto di introdurre alcuni chiarimenti, per superare talune difficoltà che si potrebbero registrare riguardo, anche per il consistente numero di casi, i docenti già di ruolo che hanno accettato la nomina dal concorso secondaria 2018 e concorso straordinario infanzia e primaria non debbano ripetere l’anno di formazione e prova se svolto e superato nel medesimo ordine e grado di scuola.

La nostra organizzazione ha chiesto inoltre, di specificare che il percorso formativo previsto dal DM 850 riguarderà tutti i docenti, compresi i neoassunti del concorso scuola secondaria 2018.

La nota ha recepito la proposta della UIL di offrire a tutti gli insegnanti una formazione sui temi della previdenza integrativa, con particolare attenzione al fondo Espero, dedicato al personale scolastico.

Resta a pieno titolo il tema dell’avvio della trattativa finalizzata alla sottoscrizione di un contratto sulle risorse della formazione.

La circolare non riporta, su richiesta della UIL Scuola, riferimenti alla disponibilità delle risorse in quanto tema contrattuale e non di informazione.

Andrebbe verificata la capacità di spesa e progettazione delle scuole.

La data di avvio del confronto per la stesura dell’apposito contratto collettivo sulle risorse sarà presumibilmente il prossimo 12 settembre.